corso valutazione perioperatoria anziano

Valutazione e gestione perioperatoria nel paziente anziano

delirium

Titolo: Valutazione e gestione perioperatoria nel paziente anziano (codice ECM 344592)
Destinatari: infermieri, educatori professionali, fisioterapisti, logopedisti, infermieri pediatrici, assistenti sanitari
Scadenza: 31-12-2022
Crediti: 5
Costo: 20 €

Perché è importante seguire questo corso ECM sulla gestione perioperatoria dell'anziano?

Il periodo perioperatorio è estremamente delicato per tutti i pazienti, ma soprattutto per i pazienti anziani. Se la gestione del periodo perioperatorio non è adeguata il paziente può andare incontro a diverse complicanze post operatorie. Considerata la rilevanza del periodo perioperatorio, è importante che gli infermieri e tutti gli operatori sanitari che sono a contatto con i pazienti conoscano le indicazioni evidence based per una corretta gestione.
In passato gli anziani che venivano sottoposti a interventi chirurgici erano pochi. Ora invece con il cambiamento demografico abbiamo un aumento del numero di persone anziane che viene sottoposto a chirurgia. Occorre considerare che gli anziani soprattutto se hanno bisogno di una procedura in urgenza hanno un rischio più alto di andare incontro a complicanze post operatorie per diversi problemi. Tra i problemi tipici dell'anziano abbiamo:

  • i cambiamenti fisiopatologici dell’età,
  • la coesistenza di più patologie,
  • l’assunzione di più farmaci,
  • le alterazioni cognitive,
  • la presenza di fragilità.

La corretta gestione del periodo perioperatorio è la strategia raccomandata per ridurre questo rischio. Occorre quindi procedere con una adeguata valutazione nel pre operatorio e una corretta gestione del periodo post intervento.

Inoltre per la riduzione delle complicanze e il recupero post operatorio delle funzionalità di base sono indicati interventi di approccio multimodale. Questi programmi che hanno l’obiettivo di:

  • incrementare le capacità fisiche e psichiche della persona assistita per affrontare l’intervento chirurgico,
  • controllare il dolore post operatorio,
  • favorire la mobilizzazione e la ripresa dell’alimentazione dopo l’intervento.

Quando un anziano è considerato fragile?

La definizione di fragilità per gli anziani è cambiata nel tempo. In base al tipo di approccio considerato con il termine fragilità possiamo includere le caratteristiche fisiche, psicologiche, sociali e cognitive. Sebbene non esista un’unica definizione di fragilità per le persone anziane, c’è accordo sulla necessità di considerare la fragilità un fattore di rischio associato a un’alta percentuale di complicanze post operatorie anche gravi.
Tra le complicanze post intervento dell'anziano abbiamo: il deterioramento cognitivo, le difficoltà di mobilizzazione, l’aumento della durata dell’ospedalizzazione e la morte.

A chi è dedicato questo corso ECM sulla gestione perioperatoria?

Il corso ECM è rivolto specificamente a infermieri, assistenti sanitari, fisioterapisti, logopedisti, educatori professionali.

Le risposte per la pratica quotidiana

In questo corso FAD acquisirai informazioni su quali sono i controlli per l'anziano fragile, come va gestita l'alimentazione peri operatoria, come si può prevenire e gestire il delirium, come va trattato il dolore post operatorio. Inoltre troverai risposte pratiche a molte domande, di immediata applicabilità clinica su:

  • i rischi pre operatori dell’anziano e come vanno valutati
  • i controlli da effettuare nell’anziano fragile
  • le strategie per ridurre il rischio di complicanze
  • la gestione dell’alimentazione nel perioperatorio
  • la prevenzione e gestione del delirium post operatorio
  • la gestione del dolore nel post operatorio
  • gli altri problemi peculiari ha l’anziano

Troverai risposte a questi e ad altri quesiti nel dossier del corso Valutazione e gestione periopertoria nel paziente anziano

Lasciaci la tua mail e resta aggiornata/o



    I vaccini anti COVID-19: dalla ricerca alla pratica

    Titolo: I vaccini anti COVID-19: dalla ricerca alla pratica (ID ECM 314292)
    Destinatari: tutti gli operatori sanitari
    Scadenza: 26-01-2022
    Crediti: 5
    Costo: 20 €
    Programma: Instant Learning
    Valutazione dei partecipanti (352 valutazioni):
    9/10 rilevanza
    9/10 qualità
    9/10 efficacia

    Chiudi commenti [-]

    Commenti positivi (72):

    • il corso è accurato, ricco di contenuti affidabili, documentazione di riferimento. visto il momento storico in cui viviamo, questa pandemia richiede continui aggiornamenti credibili. dovrebbe essere svolto da tutti i medici, con aggiornamenti annuali
    • molto utile
    • molto utile e interessante.
    • ottimo
    • molto utile
    • spettacolare.
    • ottimo corso
    • interessante e aggiornato
    • molto utile nella mia pratica quotidiana
    • attuale non c'è dubbio!
    • corso davvero ben strutturato! complimenti
    • molto ben strutturato
    • ben fatto completo
    • interessante
    • interessante e maneggevole informazioni precise e complete
    • utile,completo ,pratico con una bibliografia molto buona
    • l'ho trovato molto utile per ilio aggiornamento
    • esauriente
    • ottimo informazioni chiare schematiche ma dettagliate. finalmente un corso utile ed attuale. grazie
    • eccellente e molto tecnico
    • chiaro e molto utile
    • molto utile
    • indispensabile in questo momento storico
    • e fatto bene e chiaro nel esposizione.
    • più che utile
    • corso molto utile soprattutto in fase pandemica in cui le notizie anche scientifiche si accavallano e non sempre sono attendibili
    • completo, aggiornato e molto utile
    • molto utili i riferimenti bibliografici e l'aggiornamento periodico del dossier
    • in questo periodo dove sono tutti bravi a sparare cavolate sui social questo mezzo mi permette di rispondere informata
    • ben fatto. argomenti ben presentati, di attualità
    • ottimo!!
    • mi è sembrato valido ed esaustivo
    • ottimo corso
    • eccelente
    • eccellente
    • corso molto interessante e chiaro. fondamentale per il momento storico e la nostra professione.
    • interessante ben strutturato e completo dettagliato
    • ottimo
    • e' stato molto utile
    • fondamentale per il periodo storico che stiamo vivendo. come infermiera mi serve nel lavoro quotidiano di vaccinatrice e per comunicare efficacemente col cittadino, dando informazioni corrette e basate su evidenze scientifiche.
    • l'informazione dato è molto utile per far capire come funzionano i vari vaccini e per difondere l'informazione giusto ai pazienti e la populazione in generale.
    • corso formativo ben strutturato e molto utile per il sottoscritto poiché sono un infermiere impegnato nella campagna vaccinale, mi ha permesso di acquisire nuove conoscenze che altrimenti senza l'ausilio di questo corso fad non ne sarei mai venuto in possesso.
    • ottimo
    • fondamentale per fare il punto sulle necessarie conoscenze allo stato attuale della pandemia. utile per tutte le categorie professionali della sanità.
    • ottimo
    • molto ben fatto e di facile apprendimento
    • prezioso, pratico, ben strutturato nel materiale didattico.
    • impegnativo ma completo ed efficace
    • efficace e utile
    • molto interessante
    • molto utile e dettagliato
    • molto esaustivo e chiaro nella comporensione.
    • utile per approfondimento professionale
    • utile
    • molto importante. va ovviamente aggiornato in continuazione.
    • eccellente corso di aggiornamento.
    • corso eccellente sviluppato con notevole chiarezza
    • utilissimo
    • molto utile interessante e preparato molto bene
    • interessante
    • utile e ben aggiornato
    • ben articolato e ben strutturato
    • molto utile per ottenere una base univoca di informazione/comportamento.
    • molto interessante, utile, ben strutturato.
    • e stato molto utile però, era comr molto intenso, sopra carico.
    • molto interessante
    • molto interessante
    • grazie
    • corso fatto molto bene. decisamente interessante e utile
    • molto utile
    • ottimo
    • ok

    Altri commenti (11):

    • se riuscite a aggiornarne i contenuti e a renderli costantemente ad uso dei partecipanti è un corso ottimo
    • e' molto aggiornato e esaustivo, ma alcune informazioni sono specialistiche (più adatte a un tecnico di laboratorio)
    • molto interessante, ma ho trovato eccesivo il materiale da leggere
    • il corso risulta essere utile e dettagliato. il tempo utilizzato per lo studio e per il quiz è superiore rispetto a quello stimato. consiglio di dare qualche credito formativo in più. ottimo corso! consigliato.
    • se possibile, e' gradito uno sconto
    • auspico approfondimenti sui consensi informati. anche un breve filmato di presentazione dell'oms contro la pandemia da covid .19 non dispiacerebbe.
    • ottimo ma livello altissimo per medici di formazione non specialistica
    • il corso è molto approfondito e accurato, ricco di informazioni utili e complete. il linguaggio, pur essendo ovviamente scientifico, è chiaro e facilmente comprensibile. dei knowledge check al termine di ogni capitolo possono rendere l'apprendimento più efficace e costituire uno step di auto-verifica, preventivo al quiz finale.
    • e' ben fatto , ma alcuni concetti sono espressi in modo molto ripetitivo , che appesantisce la lettura del testo
    • alcune informazioni sono esagerate in quanto estremamente specialistiche, senza dubbio per una infermiera ma, presumo, anche per un medico che si dedica prevalentemente ad una attività clinica (per es. in un reparto ospedaliero di medicina o sul territorio come medico di medicina generale ).
    • e' molto approfondito, ma forse un pò troppo difficile

    Lo sviluppo dei vaccini anti-COVID-19 in tempo di pandemia

    L'11 dicembre 2020 l'AIFA e l'EMA hanno approvato il primo vaccino anti COVID-19. Sperare di realizzare un vaccino contro SARS-CoV-2 entro l'estate 2021 sembrava un obiettivo molto ottimistico, in quanto il tempo medio per lo sviluppo di un vaccino è sempre stato di 10-15 anni.

    Come abbiamo fatto a raggiungere un tale risultato? I motivi di questo successo sono molteplici, in sintesi si può dire che tale risultato dipende innanzitutto dai progressi della tecnologia e dall’enorme interesse concentratosi sul virus fin da parte dei ricercatori di tutto il mondo. Ma non va trascurato anche il ruolo delle conoscenze pregresse su virus correlati a SARS-CoV-2, dallo sviluppo di nuove piattaforme vaccinali, dai grandi investimenti finanziari e dal costante lavoro delle agenzie regolatorie.

    Inoltre occorre segnalare che per lo sviluppo sono state messe in atto, oltre alle tecnologie “tradizionali” anche tecnologie innovative.

    Caratteristiche dei vaccini tradizionali

    Scopo dei vaccini è prevenire o mitigare le malattie infettive attraverso la stimolazione del sistema immunitario e la conseguente acquisizione della cosiddetta “immunità attiva".

    I vaccini tradizionali utilizzano una forma attenuata o inattivata dell’agente patogeno in modo da indurre una risposta protettiva, senza causare la malattia.

    Esistono due tipi di vaccini tradizionali:

    • vivi attenuati che utilizzano una forma indebolita del virus, in grado di crescere e replicarsi, ma non di far ammalare;
    • inattivati che contengono il virus il cui materiale genetico è stato distrutto ( per esempio da calore, sostanze chimiche o radiazioni) e quindi incapace di infettare e di replicarsi, ma in grado comunque di innescare una risposta protettiva.

    Queste strategie, sperimentate contro COVID-19, sono collaudate e costituiscono la base di molti vaccini esistenti, compresi quelli per la febbre gialla e il morbillo o l’influenza stagionale e l’epatite A.

    Nuove strategie

    Il principio su cui si basano le nuove tecnologie è quello di far produrre direttamente dalle cellule del soggetto vaccinato il materiale biologico contro il quale si vuole ottenere la risposta immunitaria. Sono attualmente due le tecnologie utilizzate a questo fine:

    • basata su acidi nucleici (DNA o RNA);
    • a vettore virale.

    Con la tecnologia a RNA viene fatto penetrare nelle cellule dell’ospite umano il materiale genetico codificante per la proteina spike di SARS-CoV-2. In tal modo le cellule del soggetto producono la proteina verso la quale deve essere attivata la risposta immunitaria.

    Quelli a vettore virale invece utilizzano un virus reso innocuo per l’uomo, spesso modificato in modo da non essere in grado di replicarsi, al cui interno è stato inserito il codice genetico della proteina del virus.

    Il vantaggio principale di questi nuovi vaccini è che possono essere sviluppati solo sulla base della sequenza genetica del virus.

    Le varianti

    L’emergere di nuove varianti di SARS-CoV-2 è un fenomeno previsto, perché comune in natura. I virus infatti cambiano continuamente e SARS-CoV-2 non fa eccezione. A livello globale è stata osservata una diversificazione di SARS-CoV-2 dovuta all’evoluzione del virus e a processi di adattamento.

    Sebbene la maggior parte delle mutazioni emergenti non abbia un impatto significativo sulla diffusione del virus, alcune mutazioni o combinazioni di mutazioni possono però fornire al virus un vantaggio selettivo, conferendogli una maggiore trasmissibilità o la capacità di eludere la risposta immunitaria dell’ospite.

    Assume quindi un ruolo fondamentale il sequenziamento genomico continuo di SARS-CoV-2, necessario per il monitoraggio della diffusione della malattia e dell’evoluzione del virus e per il miglioramento degli interventi diagnostici e terapeutici.

    I rischi

    Tra la fine del 2020 e le prime settimane del 2021 sono emerse in particolare tre varianti importanti.

    • Il 14 dicembre 2020, in Inghilterra è stata identificata una variante caratterizzata da una modifica nella proteina spike che il virus utilizza per legarsi al recettore ACE2 umano. Sembra che tale variazione abbia aumentato la trasmissibilità, tuttavia non vi è alcun cambiamento nella gravità della malattia (misurata in termini di durata del ricovero e di mortalità a 28 giorni), o nell’occorrenza di reinfezione rispetto ad altri virus SARS-CoV-2 circolanti nel Regno Unito.
    • In Sud Africa è emersa un’altra variante di SARS-CoV-2 (501Y.V2). Anche in questo caso sembra favorita una maggiore trasmissibilità, ma non una maggiore gravità.
    • Una terza variante è stata recentemente individuata in Brasile e in Giappone. Questa terza variante, individuata con la sigla B.1.1.28.1 o più semplicemente P.1, condivide alcune mutazioni della proteina spike sia con la variante sudafricana sia con quella inglese, e si ritiene possa essere caratterizzata anch’essa da una maggiore contagiosità.

    L’emergere della variante inglese ha generato preoccupazioni circa l’efficacia dei vaccini. Tuttavia, al momento, non vi è alcuna prova che la mutazione del virus rilevata nel Regno Unito possa avere effetti sull’efficacia della vaccinazione: un primo studio preliminare effettuato sul vaccino Pfizer/BioNTech sembra confermare la sua efficacia anche sulla variante inglese.

    I vaccini, infatti, determinano la formazione di una risposta immunitaria contro molti frammenti della proteina spike, quindi è improbabile che un singolo cambiamento renda il vaccino meno efficace. Non ci sono quindi al momento prove che dimostrino che la nuova variante eluderà la vaccinazione.

    Il corso in breve

    Questo corso FAD ECM, aggiornato regolarmente, vuole fare chiarezza sui principali vaccini anti COVID-19 disponibili  e in fase di studio mostrando le caratteristiche e i dati disponibili. In particolare il corso prende in esame :

    • I vaccini a virus intero, basati su proteine, basati sugli acidi nucleici, a vettore virale
    • Il Piano strategico nazionale
    • Programma OMS e collaborazione internazionale
    • Disponibilità dei vaccini in Italia
    • Vaccini BNT162b2 di Pfizer/BioNTech, mRNA-1273 di Moderna, ChAdOx1 nCoV-19 di AstraZeneca/Università di Oxford
    • L’importanza di una corretta comunicazione

    Lasciaci la tua mail e resta aggiornata/o



      Piante medicinali: quali rischi

      Titolo: Piante medicinali: quali rischi (codice ECM 311230)
      Destinatari:
      tutti gli operatori sanitari
      Scadenza:
       31-12-2021
      Crediti:
      5
      Costo:
      30 €
      Programma:
      Favifad
      Valutazione dei partecipanti (521 valutazioni):
      8/10 rilevanza
      9/10 qualità
      8/10 efficacia

      Chiudi commenti [-]

      Commenti positivi (124):

      • argomento molto interessante e corso ben fatto. ho apprezzato il fatto che i casi clinici fossero chiari e finalizzati all'apprendimento, senza eccessive (e superflue) digressioni sulla psiche degli attori coinvolti come spesso accade (es: medico caritatevole, infermiere buon samaritano, etc).
      • mi ha dato degli strumenti da utilizzare per comprendere meglio l'uso delle piante
      • chiaro ed esaustivo rispetto alle aspettative
      • molto utile
      • molto utile, nel mio caso ci sono molti pazienti che richiedono rimedi naturali, quindi ora qualunque sostanza assumano dirò loro di informare il medico curante in caso di assunzione di altri farmaci. molto molto utile!!!
      • ottimo!
      • pur nella sinteticità, completo ed aggiornato
      • decisamente utile sia dal punto di vista professionale che in generale
      • costruito in maniera che chi ne usufruisce, impara in maniera semplice
      • molto interessante
      • interessante
      • corso informativo interessante che mi ha portato a cambiare abitudini sull'uso improprio di piante medicinali
      • argomento attuale e approfondito
      • ok
      • interessante e utile nella pratica quotidiana, sia come supporto ai pazienti sia per necessità personali
      • piacevole l'uso dei casi clinici
      • molto interessante ed utile per me che mi occupo di farmacovigilanza per una cro
      • molto importante e molto interessante
      • formativo
      • molto interessante.
      • utile anche a livello personale
      • molto interessante e informazioni da condividere sia con pazienti che con operatori sanitari. dossier utile da consultare, link per approfondimento preziosissimi. importante l'uso della piattaforma di segnalazione vigierbe. l'unica imprecisione ( se non mi sbaglio)è quando viene detto che " permixon" è a base di prunus africanum ( pianta che non mi sembra di vedere nel dossier , ma presente in altre specialità per l'ipertrofia prostatica) , in realtà è a base di serenoa repens
      • molto interessante e rivelatore di aspetti che non conoscevo sugli integratori, da me utilizzati spesso.
      • ottimo
      • molto utile. argomento di grande interesse tra i pazienti che fanno spesso domande a riguardo.
      • molto utile perchè tratta di una materia poco nota
      • interessante!
      • ottimo
      • utile nella pratica clinica ed interessante
      • molto interessante ed educativo
      • complimenti..... è stato molto, molto interessante ed educativo.
      • interessante vista la propensione che noi tutti abbiamo oggi ad utilizzare la medicina naturale per la cura di problemi di salute insorgenti.
      • molto utile perché pone l'accento su effetti di sostanze a cui in genere non si pensa i pazienti facciano uso
      • un buon riassunto, molto utile e preciso.
      • buona trattazione degli argomenti
      • ottimo
      • ottimo
      • molto buono dovrebbe ro essere tutti cosi
      • buono
      • colma una lacuna nelle conoscenze del medico pratico sospettata ma inattesa nella sua estensione ed importanza
      • questo corso mi ha dato una nuova visione di argomenti già noti. grazie
      • corso decisamente molto interessante e utile che mi ha permesso di avere informazioni essenziali per poter dare maggiori consigli ai miei pazienti su questo argomento.
      • esperienza positiva, dispensa utile per l'uso quotidiano
      • interessante, tratta un argomento poco citato
      • molto interessante, utile e ben fatto
      • ottimo
      • fatene altri!
      • sicuramente utile per la mia specializzazione di gastroenterologo corso ben strutturato e chiaro
      • corso di vera utilità pratica
      • molto interessante e chiaro
      • utile e interessante.
      • ottimo
      • ottimo
      • molto utile e formativo.
      • sollecita un'allerta verso l'approccio superficiale all'accogliere acriticamente ciò che viene definito "natulare".
      • utile e interessante
      • utile
      • molto esaustivo
      • molto utile
      • eccellente
      • interessante
      • ottimo
      • molto importante per la nostra professione
      • importante perché ci ritrova spesso a confrontarsi con pazienti che assumono tali rimedi ritenendoli innocui
      • molto interessante
      • molto dettagliato il dossier.
      • positivo
      • molto interessante
      • utile, anche per chi si occupa di farmaco-tossicologia, per approcciare il mondo dei preparati vegatali
      • molto interessante, si sottovalutano le interazioni delle erbe con i farmaci
      • bellissimo corso
      • ok
      • ottima la comunicazione sui rischi delle piante
      • informazioni utili e dettagliate.
      • penso che molti non valutino e pesino con un certo valore questo tipo di iterazioni ,molte volte più che disastrose
      • mi ha aiutato nella professione
      • eccellente
      • molto utile
      • molto utile, visto l'uso diffuso dell'assunzione di fitoterapici e prodotti erboristici ed integratori
      • buono
      • molto interessante l'interazione con i farmaci di uso cronico.
      • corso molto bello ha portato chiarezza nell'argomento grazie
      • molto interessante
      • ha potenziato le mie conoscenze di base sulla farmaco vigilanza e piante medicinali
      • molto interessante e spiegato molto bene
      • corso molto utile che aggiunge conoscenze nuove
      • ottima opportunità
      • e' stato un percorso interessante considerando l'uso di medicine alternative da parte dei pazienti
      • bello
      • utile
      • tutto perfetto
      • tutto perfetto
      • interessante e arricchente
      • l'ho apprezzato molto.
      • mi è stato molto utile per approfondire tematiche mediche poco discusse
      • molto utile perchè il personale sanitario è poco informato sull' uso terapeutico e sulla eventuale tossicità delle erbe
      • corso utile anche per cultura personale
      • interessante e utile grazie
      • interessante e coinvolgente
      • eccellente
      • ottimo fad
      • molto interessante
      • molto utile visto che spesso non si da importanza alle possibili interazioni pensando che sono solo cose naturali quindi sicure.
      • perfetto
      • molto molto istruttivo
      • impegnativo per chi non è del settore, ma molto interessante e utile anche per il mio lavoro.
      • utile e interessante
      • ottimamente strutturato
      • ha arricchito le mie conoscenze
      • molto interessante e utile per la formazione del medico. presentazione efficace.
      • mi ha permesso di capire che spesso assumiamo prodotti senza conoscerne i potenziali effetti nocivi
      • interessante
      • interessante
      • molto interessante
      • ok
      • ottimo
      • buono da un punto di vista dell,aggiornamento
      • ben strutturato ed esposto. accurato e completo coinvolgente
      • molto interessante
      • molto bello..in attesa di un master sullo stesso argomento
      • buon corso, argomenti interessanti e trattati in maniera semplice
      • mi è molto piaciuto
      • molto utile poichè serve a ridimensionare le alte aspettative che molte persone ripongono sulle capacità delle erbe medicinali nel sostituire la medicina tradizionale
      • non ero a conoscenza delle numerose reazioni avverse dei rimedi naturali, grazie dei numerosi spunti

      Altri commenti (11):

      • utile, ma con qualche difficolta'. nelle domande era specificato il nome della pianta in latino, non sempre l'associazione con la pianta era immediata.
      • difficile la memorizzazione delle informazioni ma ottima la scelta di schematizzarle. si potrebbero aggiungere altri fitoterapici molto in uso
      • puo' essere piu' breve la parte legislativa sintesi anche per caratteristiche delle varie piante. non critico il lavoro fatto da voi, ma per me i corsi fad dovrebbero essere spezzettati per non impegnare tanto tempo. mi sbagliero', scusate
      • molto interessante ed utile. penso che nella raccolta dati anamnestica vadano fatte domande precise dedicate all'utilizzo eventuale di preparati a base di piante medicinali/integratori alimentari
      • interessante e pratico, un po' estesa la trattazione scritta
      • argomento molto interessante e poco discusso. da estendere anche alle medicine alternative ed omeopatica
      • molto interessante, essendo io igienista dentale, mi sarebbe piaciuto avere maggiori informazioni di reazioni con rimedi naturali in campo odontoiatrico
      • mi sarebbe piaciuto avere più notizie sulle piante.
      • buono. in taluni punti troppo sintetico e limitato.
      • molto interessante, argomento poco trattato nei corsi ecm che meriterebbe maggiori approfondimenti
      • se l 'obbiettivo era dissuadere dall 'uso di fitoterapici e/o prodotti erboristici ci siete riusciti.

      L'uso delle piante medicinali

      Fin dall’antichità l’uomo ha cercato nella natura e in particolare nelle piante medicinali, i rimedi che lo potessero aiutare a prevenire e curare diverse malattie.

      Le fonti storiche dimostrano che per secoli le piante hanno costituito la principale fonte di medicamenti. Con il progredire delle conoscenze sulle tecniche di isolamento e sintesi chimica dei principi attivi, il mondo scientifico ha progressivamente indirizzato la propria attenzione verso i prodotti derivanti da questi processi. Tuttavia, negli ultimi decenni del XX secolo l’interesse per le piante è tornato a crescere.

      La crescente attenzione nei confronti dei prodotti a base di piante medicinali è da attribuire a diversi fattori.
      Da un lato una maggiore attenzione da parte del pubblico al benessere e alla salute. Dall’altro l’aumentata disponibilità di rimedi naturali reperibili in farmacie, erboristerie e nella grande distribuzione organizzata.

      Inoltre, le strategie di marketing e i messaggi pubblicitari provenienti dai mass media attribuiscono a questi prodotti numerose proprietà benefiche per la salute, sia fisica sia mentale, rendendoli attraenti per il pubblico. Secondo quanto emerge da indagini e sondaggi le persone tendono sempre di più a non rivolgersi al medico ma a procedere con l’automedicazione. In particolare la propensione è verso l’utilizzo di rimedi provenienti dal mondo vegetale. Si ha infatti spesso l'errata convinzione che l’origine naturale sia garanzia di sicurezza.

      Nella realtà non è così e sono molte le reazioni avverse che si verificano, per far fronte a questo problema è stato istituito un vero e proprio sistema di sorveglianza.

      La sorveglianza delle reazioni avverse

      La farmacovigilanza è l’insieme delle attività finalizzate all’identificazione, valutazione, comprensione e prevenzione degli effetti avversi o di qualsiasi altro problema correlato all’uso dei medicinali. Lo scopo è quello di assicurare un rapporto beneficio/rischio favorevole per la popolazione. Anche i prodotti di origine vegetale sono sottoposti a controllo, in quanto occorre tenere ben presente che naturale non è sinonimo di sicuro.

      Le pubblicazioni in letteratura infatti mostrano che anche le erbe officinali più utilizzate sono responsabili di reazioni avverse. Queste possono essere sia il risultato dell’azione esercitata dalla pianta sull’organismo sia la conseguenza di interazioni farmacologiche con medicinali assunti simultaneamente.
      La segnalazione delle reazioni avverse ai rimedi di origine vegetale segue due percorsi differenti a seconda del prodotto coinvolto.
      Nel caso dei medicinali vegetali autorizzati la segnalazione viene trasmessa all’Agenzia Italiana del Farmaco. Invece le segnalazioni per tutti gli altri prodotti “naturali” sono inviate all’Istituto Superiore di Sanità.
      In Italia questo sistema di controllo (fitosorveglianza) ha raccolto in questi anni oltre 2.000 segnalazioni. Va sottolineata l’importanza di mantenere un adeguato livello d’attenzione sull’argomento. Bisogna considerare che anche quando i prodotti a base di piante vengono utilizzati correttamente possono verificarsi reazioni indesiderate, in relazione alla qualità del prodotto utilizzato.
      Inoltre, le informazioni sulla sicurezza di questi prodotti sono particolarmente importanti in alcune popolazioni quali donne in gravidanza, bambini, pazienti anziani e nelle persone che stanno assumendo farmaci a uso cronico con il rischio quindi di interazioni.

      Il corso in breve

      Il corso dopo una parte introduttiva generale si concentra sulle principali piante medicinali di uso comune illustrandone i rischi in gravidanza, in allattamento e il rischio di interazione con altri farmaci.

      Si riportano di seguito i punti presi in esame dal corso in oggetto:

      • Epidemiologia: l’uso delle erbe officinali
      • Aspetti legislativi di base
      • Il sistema di fitosorveglianza in Italia
      • Le piante medicinali di comune impiego
      • Cannabis sativa
      • Consigli pratici.

       

      Lasciaci la tua mail e resta aggiornata/o



        Guida all’uso dei farmaci nel paziente con COVID-19

        Titolo: Guida all'uso dei farmaci nel paziente con COVID-19 (ID ECM 295555)
        Destinatari: tutti gli operatori sanitari (esclusi i medici)
        Scadenza: 31-12-2020
        Crediti: 3,90
        Costo: 20 €
        Programma: Instant Learning
        Valutazione dei partecipanti (199 valutazioni):
        9/10 rilevanza
        9/10 qualità
        9/10 efficacia

        Chiudi commenti [-]

        Commenti positivi (48):

        • ottimo
        • buono ma non ha molte esperenzialita cliniche anche parziali
        • buona in formazione
        • buon livello tecnico
        • utile
        • tempismo perfetto
        • interessante
        • messa a punto molto utile ed esaustiva
        • corso molto utile che chiarifica le terapie tutt'ora in atto per le patologie derivanti dal nuovo coronavirus. veramente consigliato per aumentare la conoscenza dell'argomento e per aggiornamento professionale.
        • utilissimo in quanto, precedentemente, ho fatto il corso sul coronavirus e il completamento con l'aspetto terapeutico mi è parso fondamentale e di grande interesse
        • ottimo corso
        • interessante
        • e' stato molto interessante un aggiornamento sugli ultimi sviluppi della terapia covid-19. sara interessante vedere nel tempo i risultati degli studi in atto e come si sviluppa e quale direzione prende la terapia contro la sars-cov-2 .
        • attualissimo
        • ben strutturato
        • interessante, completo e schematico
        • un'eccellente sintesi alla data odierna delle possibilità di cura dell'infezione da sars-cov-2
        • opportuno un sistematico aggiornamento dei contenuti e della bibliografia
        • molto utile in questo momento di pandemia
        • ottimo.
        • molto utile!
        • molto interessante, con delle parti un po' difficili
        • molto interessante
        • ottimo e interessante
        • interessante
        • ottimo
        • è stato molto interessante per approfondire l'armamentario terapeutico al momento disponibile nella lotta contro il virus e per fare il punto sulle linee guida
        • ottimo corso
        • ben fatto e strutturato
        • buono
        • utile e interessante
        • molto utile per chi non lavora a contatto con pazienti covid
        • utile
        • utile
        • molto rilevante
        • ottimo corso , molto utile
        • utile
        • molto utile
        • utile e chiaro
        • esaustivo
        • molto utile
        • e' stato molto utile e esposto in modo chiaro. mi è servito per fare un quadro complessivo dei farmaci che si utilizzano negli ospedali.
        • interessante e utilissimo
        • molto utile nel contesto attuale
        • ottimo
        • utilissimo e ovviamente con informazioni sempre da aggiornare
        • e' molto utile perchè presenta il progredire e la possibile evoluzione degli studi, clinici e farmacologici, di questa " nuova " malattia.
        • davvero completo ed esaustivo

        Altri commenti (5):

        • molto utile , sarebbero utili schemi terapeutici di applicazione al domicilio.
        • non sono riuscito ad individuare le risposte esatte sui corticosteroidi e sui dosaggi di clorochina indicati dal' aifa, a mio avviso andrebbero riviste. grazie
        • utile, ma un formato diverso dal semplice foglio pdf da leggere sarebbe stato più efficace
        • molto interessante, ma molto poco per il profilo professionale dei fisici sanitari
        • dovrebbe essere più chiaro e pratico

        Premesse

        Come sottolineato dall’OMS a oggi non vi sono terapie specifiche per l’infezione da SARS-CoV-2.

        Il trattamento in uso  si basa sull’utilizzo di farmaci sintomatici mirati al miglioramento dei sintomi e di antibiotici di supporto in caso di sovrapposizione di un’infezione batterica. I tempi richiesti per lo sviluppo di una terapia antivirale mirata e di un vaccino contro questo virus non sono prevedibili con certezza e potrebbero essere anche molto lunghi (un anno o più).

        Nel frattempo, considerata la gravità della situazione e l’urgente necessità di trovare soluzioni terapeutiche velocemente disponibili, le autorità sanitarie stanno adottando procedure speciali e semplificate per l’autorizzazione di sperimentazioni cliniche, programmi a uso compassionevole e utilizzo off label di farmaci autorizzati per altre indicazioni terapeutiche.

        Farmaci e COVID-19: il corso in breve

        Questo corso FAD (3,9 ECM) offre un panorama completo di tutte le opzioni terapeutiche. Per ciascun farmaco è disponibile una scheda che spiega il razionale dell'uso nell'infezione da SARS-CoV-2, quali trial sono attualmente in corso, quali sono i dosaggi, quali le precauzioni con particolare attenzione a effetti avversi e interazioni molto frequenti nella fascia di età più rischio e fragile nei confronti del nuovo coronavirus, cioè la fascia anziana della popolazione.

        In particolare si prendono in esame i farmaci:

        • Antimalarici
        • Antivirali
        • Monoclonali
        • Plasma
        • Antibiotici di supporto
        • Eparine a basso peso molecolare
        • Altri farmaci

        Lasciaci la tua mail e resta aggiornata/o



          COVID-19: gravidanza, parto e allattamento

          Titolo:  COVID-19: gravidanza, parto e allattamento (ID ECM 296134)
          Destinatari: infermieri, infermieri pediatrici, medici chirurghi, ostetriche/i
          Scadenza: 12-05-2021
          Crediti: 5
          Costo: 30 €
          Programma: Instant Learning
          Valutazione dei partecipanti (110 valutazioni):
          8/10 rilevanza
          9/10 qualità
          9/10 efficacia

          Chiudi commenti [-]

          Commenti positivi (18):

          • attualissimo
          • ottimo
          • ottimo supporto alla mia attività lavorativa
          • molto utile e molto importante
          • molto interessante e utile
          • ottimo e molto esaustivo
          • utile
          • molto utile ma ovviamente da aggiornare nel tempo
          • utile
          • eccellente corso.
          • molto valido
          • molto interessante
          • ottimo corso, molto facile l'apprendimento e la memorizzazione dei concetti chiave.
          • interessante e utile
          • importante ed esaustivo
          • molto utile
          • molto utile e pratico
          • molto interessante

          Altri commenti (3):

          • alcune informazioni sono state aggiornate nel settembre 2020, come ad esempio la possibilità di clampaggio tardivo del cordone ombelicale e la possibilità di effettuare il contatto pelle a pelle dopo il parto se è concomitante al primo attacco al seno.
          • sarebbero più utili diapositive e lezioni frontali, la sola lettura non sottolinea gli aspetti fondamentali del tema
          • cercavo una risposta ad una quesito di una partoriente che è diventata positiva nonho trovato indicazioni in merito alla modalità di accesso inospedale per il parto quando si sà già di essere infetti

          COVID-19 e gravidanza

          Non è ancora chiaro quali siano i rischi per le donne in gravidanza con COVID-19 ma è molto importante controllare la donna in quanto le gravide sono una popolazione a rischio per le infezioni respiratorie. Per quanto riguarda l’infezione da SARS-CoV-2 a oggi i dati disponibili sono abbastanza tranquillizzanti in quanto sembra che le donne in gravidanza non abbiano un rischio più alto di infettarsi rispetto alla popolazione generale, né di manifestare una forma grave della malattia. In assenza di vaccino le donne gravide sono quindi invitate a seguire le disposizioni generale di prevenzione per ridurre il rischio di infezione.

          Come si trasmette il virus?

          Il SARS-CoV-2 si trasmette principalmente attraverso la saliva e le secrezioni delle vie aeree superiori veicolati da tosse e/o starnuti. La trasmissione per via aerogena non è documentata a eccezione di specifiche procedure che possono generare aerosol e in ostetricia è in corso un’ampia discussione su quali siano le procedure capaci di generare aerosol.

          Una revisione ha messo in luce la persistenza del virus su superfici inerti, come metallo, vetro o plastica per un massimo di 9 giorni e la facilità di inattivazione nell’arco di pochi minuti con procedure di disinfezione delle superfici con etanolo, perossido di idrogeno o ipoclorito di sodio. Per quanto riguarda la trasmissione verticale attualmente non è dimostrata, ma non si esclude questa possibilità.

          Come si può prevenire COVID-19 in gravidanza?

          Per prevenire l’infezione le donne in gravidanza devono seguire le stesse raccomandazioni valide per la popolazione generale. Inoltre si raccomanda alle donne gravide di evitare gli spostamenti non necessari, di prendere i mezzi pubblici e di evitare contatti con persone malate.
          Le donne gravide che hanno già altri figli dovrebbero prestare particolare attenzione. COVID-19 nei bambini è in genere lieve e in alcuni casi non dà sintomi, occorre quindi tenere comportamenti sempre mirati a proteggersi dal rischio di contagio.

          Il corso in breve

          Questo corso fornisce indicazioni pratiche su come prevenire l'infezione e su come gestire gravidanza, parto e allattamento nella donna con COVID-19.

          In particolare prende in esame:

          • la trasmissione del virus (attraverso droplet, ambientale e verticale),
          • le manifestazione cliniche della malattia in gravidanza
          • le misure di prevenzione per la donna in gravidanza e per gli operatori sanitari che le assistono
          • il monitoraggio della gravidanza
          • la gestione del parto e le sue conseguenze
          • l'allattamento materno.

          Lasciaci la tua mail e resta aggiornata/o



            esami diagnostici essenziali

            Gli esami diagnostici essenziali di laboratorio

            esami essenziali di laboratorio

            Titolo: Gli esami diagnostici essenziali di laboratorio (codice ECM 282391)
            Destinatari:
            medici, odontoiatri
            Scadenza:
            31-12-20
            Crediti:
             2
            Costo:
            10 €
            Offerte:
             gratuito per gli iscritti all'OMCeOMI
            Programma:
            SMARTFAD

            Con la pubblicazione della prima edizione del documento "Essential Diagnostics List" a maggio 2018, l'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce esami diagnostici essenziali quelli che rispondono alle priorità di salute della popolazione, in base a criteri come la prevalenza di malattia, la rilevanza per la salute pubblica, le prove di efficacia e di accuratezza e il rapporto costo-efficacia.

            In particolare, gli esami diagnostici essenziali in vitro sono quelli per la valutazione di laboratorio di campioni biologici con lo scopo di acquisire informazioni per la diagnosi e per il monitoraggio di malattie o per i test di compatibilità.

            La lista degli esami diagnostici essenziali

            La lista stilata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità comprende 113 esami diagnostici essenziali di laboratorio.

            Per ogni esame vengono fornite diverse informazioni:

            • l’obiettivo dell’indagine;
            • la metodica;
            • il campione biologico;
            • il livello assistenziale raccomandato per l’erogazione della prestazione.

            Inoltre, viene indicata l’eventuale disponibilità di linee guida o raccomandazioni dell’OMS.

            Le risposte del corso FAD

            Questo corso FAD ECM affronta gli esami diagnostici essenziali di laboratorio ed è stato realizzato dal provider Zadig insieme all'Ordine dei Medici di Milano.

            Attraverso tre casi di pratica quotidiana, il corso risponde a queste e altre domande:

            • Quali sono gli esami  di laboratorio diagnostici definiti essenziali dall'OMS?
            • Quali esami eseguire in caso di sospetta tubercolosi?
            • Cosa si intende per tubercolosi latente?
            • Quali sono gli esami di suscettibilità ai farmaci antitubercolari disponibili?
            • Quali test prescrivere in caso di sospetto clinico di epatite cronica?
            • Come ricavare dagli esami informazioni sull’attività dell’epatite cronica da virus HBV e le indicazioni sulla terapia antivirale?

             

            Lasciaci la tua mail e resta aggiornata/o



              Farmaci in gravidanza: per un uso consapevole

              farmaci in gravidanza

              Titolo: Farmaci e gravidanza (codice ECM 283856)
              Destinatari: tutti gli operatori sanitari
              Scadenza: 31-12-2020
              Crediti: 5
              Costo: 30 €
              Programma: FaViFAD

              La somministrazione di farmaci in gravidanza è in crescita, soprattutto a causa dell’aumento di patologie croniche nelle donne gravide. A fronte di questo aumento d’uso, c’è ancora oggi molta incertezza sui farmaci più appropriati e sicuri da prescrivere durante la gestazione.

              Questo può portare a non somministrare alla donna medicinali dei quali invece avrebbe bisogno.

              Effetti dei farmaci sul feto

              La principale preoccupazione associata all’uso di farmaci in gravidanza è la teratogenesi, che si verifica principalmente durante la fase embrionale, quando l’organogenesi è in pieno svolgimento. L’insorgenza delle malformazioni dipende da vari fattori genetici, ambientali, farmacologici e fisici.

              Durante il secondo e il terzo trimestre di gravidanza gli eventuali effetti dannosi dei farmaci tendono a compromettere la crescita e lo sviluppo del feto o la funzione di determinati organi. Possono esserci quattro tipi di danno fetale:

              • danno a strutture o organi normalmente formati in embriogenesi
              • danno a strutture che sono in istogenesi durante il periodo fetale
              • ritardo di crescita
              • morte fetale o natimortalità

              Farmaci in gravidanza: una classificazione

              La classificazione più utilizzata divide i principi attivi in 5 categorie a seconda del rischio che comporta la loro assunzione (A, B, C, D, X). Recentemente l’FDA ha ideato un nuovo sistema informativo per fornire indicazioni più chiare e complete sulla sicurezza dell’uso dei farmaci in gravidanza, divisi in quattro punti:

              • possibilità di registri sull’esposizione a quel farmaco in gravidanza

              • riassunto dei rischi (che comprende anche quanto fatto in precedenza con la classificazione in lettere)

              • considerazioni cliniche (che include chiarimenti su malattie associate alla maternità, sul rischio embrio/fetale, sull’eventuale aggiustamento della dose durante la gravidanza )

              • dati (a supporto del riassunto dei rischi)

              Le risposte per la pratica quotidiana

              Ecco alcune domande che trovano risposta nel corso FAD ECM sull'uso dei farmaci in gravidanza, dedicato a tutti gli operatori sanitari:

              • Qual è l'atteggiamento attuale sui farmaci in gravidanza?
              • Quali sono i principali effetti avversi sul feto conseguenti alla somministrazione dei farmaci?
              • I vaccini sono sicuri in gravidanza?
              • Quali caratteristiche del farmaco ne determinano il passaggio al feto?
              • I trattamenti a base di erbe sono sicuri in gravidanza? E quelli cosmetici?

              Lasciaci la tua mail e resta aggiornata/o



                Multiresistenza agli antibiotici: un problema crescente

                multiresistenza agli antibiotici

                Titolo: Multiresistenza agli antibiotici: un problema in crescita (codice ECM 282524)
                Destinatari:
                medici, odontoiatri
                Scadenza:
                 31-12-20
                Crediti:
                 2
                Costo:
                10 €
                Offerte:
                 gratuito per gli iscritti all'OMCeOMI
                Programma:
                SMARTFAD

                Multiresistenza agli antibiotici: un'emergenza sanitaria globale

                L’antibiotico-resistenza è un problema sanitario europeo e mondiale sempre più grave sia per gli esseri umani sia per gli animali, che limita o rende meno efficaci le opzioni di cura, diminuendo nel contempo la qualità della vita. Essa comporta, inoltre, gravi conseguenze economiche in termini di aumento dei costi dell’assistenza sanitaria e perdita di produttività.

                Nell’Unione europea, ogni anno, si stimano 25 mila morti per infezioni causate da batteri resistenti agli antimicrobici. Nei prossimi 35 anni si ipotizza che, a livello mondiale, il numero di persone morte prematuramente a causa della resistenza agli agenti antimicrobici sarà di 300 milioni (10 milioni di decessi all’anno fino al 2050).

                L'importanza di un uso appropriato

                Tra i fattori più importanti correlati alla crescita delle multiresistenze, si evidenziano le prescrizioni inappropriate e l’abuso da parte della popolazione. Per arginare il fenomeno, è fondamentale quindi il ruolo dei medici nel fornire informazioni corrette sull'uso consapevole degli antibiotici.

                Il corso FAD  ECM, realizzato dal provider Zadig insieme all'Ordine dei Medici di Milano, approfondisce il tema della multiresistenza agli antibiotici, fornendo le risposte a queste e altre domande:

                • Quali sono i patogeni considerati prioritari dall'OMS per lo sviluppo di nuovi antibiotici?
                • Perchè il trattamento di alcune infezioni da Gram negativi è problematica?
                • Perchè è importante l'igiene delle mani?
                • Quali sono i numeri sulle batteriemie in Italia?
                • Quali sono i meccanismi dell'antibiotico-resistenza?
                • Come si trattano le infezioni da Gram positivi?
                • Quali raccomandazioni dare ai pazienti per un uso appropriato degli antibiotici?

                 

                Lasciaci la tua mail e resta aggiornata/o



                  farmaci in allattamento

                  Farmaci in allattamento, quali raccomandazioni

                  allattamento farmaci

                  Titolo: Farmaci e allattamento (codice ECM 283118)
                  Destinatari: tutti gli operatori sanitari
                  Scadenza: 31-12-2020
                  Crediti: 5
                  Costo: 30 €
                  Offerte: -
                  Programma: FaviFAD

                  L’allattamento e la somministrazione dei farmaci

                  L’Organizzazione mondiale della sanità raccomanda l'allattamento al seno esclusivo per i primi 6 mesi.

                  Nella maggior parte dei casi tale raccomandazione rimane valida anche quando la mamma deve assumere una terapia, sono pochi infatti i farmaci controindicati in modo assoluto durante l'allattamento.

                  Il ruolo dell'operatore sanitario

                  L' operatore sanitario ha un ruolo chiave nella gestione di terapie acute o croniche durante l'allattamento, in quanto deve valutare il rapporto rischio e beneficio della terapia in allattamento.

                  A tal fine occorre valutare le caratteristiche proprie del principio attivo e alcuni fattori specifici come:

                  • l’utilità del farmaco per la mamma;
                  • gli effetti potenziali del farmaco sulla produzione di latte;
                  • la quantità di farmaco escreta nel latte materno;
                  • l’assorbimento per via orale da parte del neonato;
                  • il rischio potenziale di eventi negativi per il neonato;
                  • l’età del bambino.

                  Farmaci compatibili e incompatibili con l'allattamento

                  In funzione del rischio di effetti negativi un farmaco può essere considerato:

                  • compatibile con l’allattamento al seno quando gli effetti negativi per il neonato sono poco probabili; occorre tuttavia chiedere alla mamma di tenere sotto controllo il neonato e di segnalare se si verificano effetti negativi;
                  • da evitare se possibile, in quanto può ridurre la produzione di latte o perché può causare effetti negativi nel bambino. Se questi farmaci vengono somministrati occorre tenere sotto controllo il neonato e valutare la comparsa di effetti negativi;
                  • non compatibile con l’allattamento, in quanto ha un alto rischio di effetti negativi per il bambino. Bisogna evitare la somministrazione di questi farmaci alle donne che allattano e qualora siano necessari per la salute materna occorre raccomandare di interrompere l’allattamento

                  Le risposte per la pratica quotidiana

                  Questo corso FAD ECM risponde a molte domande, fornendo risposte di immediata applicabilità clinica su:

                  • le indicazioni generali riguardo alla somministrazione dei farmaci nell'allattamento
                  • le caratteristiche del farmaco che ne determinano il passaggio nel latte materno
                  • il momento opportuno per somministrare i farmaci galattogoghi
                  • i farmaci che si possono usare nei principali disturbi mammari legati all'allattamento
                  • le situazioni più comuni di trattamento farmacologico durante l’allattamento
                  • i metodi contraccettivi raccomandati in allattamento
                  • le indicazioni riguardo alle sostanze da abuso nell'allattamento
                  • le principali fonti di informazione per gli operatori sanitari

                  Lasciaci la tua mail e resta aggiornata/o



                    medicina del lavoro

                    Aggiornamenti 2016 in medicina del lavoro

                    medicina-occupazionale

                    Titolo: Problematiche di medicina occupazionale in alcuni comparti lavorativi (codice ECM 154998)
                    Destinatari:
                    medici
                    Scadenza: 31-12-17
                    Crediti: 18
                    Costo: il corso non è più disponibile all'acquisto
                    Offerte: -
                    Programma: MeLa
                    Valutazione dei partecipanti (2.198 valutazioni):
                    8/10 rilevanza
                    8/10 qualità
                    8/10 efficacia

                    Chiudi commenti [-]

                    Commenti positivi (140):

                    • molto buono
                    • eccezionalmente utile
                    • molto buono
                    • molto utile
                    • molto interessante
                    • esaustivo
                    • uno dei piu belli consiglierei di farne altri similari per maggiore assimilazione delle nozioni
                    • molto interessante
                    • buono
                    • buono
                    • è ben formulato e pratico
                    • ottimo
                    • utile, nuovo, da farne altri.
                    • buono
                    • eccellente
                    • ottimo
                    • abbastanza utile
                    • buono
                    • molto utile
                    • completo
                    • estremamente interessante e utile
                    • buono
                    • buono perché affronta un tema che non non affronto nella mia pratica lavorativa
                    • ben fatto
                    • buono
                    • bene
                    • eccellente
                    • ottimo
                    • il corso è utile ed interessante
                    • utile
                    • molto buono
                    • molto utile
                    • interessante dal punto di vista pratico
                    • stimolante
                    • ottimo
                    • buono
                    • buono
                    • ecellente
                    • molto interessante
                    • ottimo
                    • il corso è utile ed interessante
                    • buono
                    • molto utile
                    • molto buono
                    • efficace
                    • molto interessante e utile
                    • discreto
                    • ben fatto!!
                    • buono
                    • buono
                    • eccellente
                    • necessario per la mia formazione
                    • ottimo
                    • il corso è utile ed interessante
                    • molto utile
                    • materiale informativo molto ricco
                    • molto utile
                    • valido
                    • mi ha portanto molti concetti nuovi come l'aspetto dell' esposizione chimica nei cantieri
                    • buono
                    • ottimo
                    • buono
                    • buono
                    • eccellente
                    • lo ritengo molto utile
                    • il corso è utile ed interessante
                    • ottimo il materiale propedeutico
                    • molto efficace ed esauriente
                    • ottimo corso
                    • utile
                    • molto interessante
                    • molto utile
                    • ottimo
                    • buono
                    • eccellente
                    • interessante:mi ha fatto ripassare molte cose
                    • ottimo
                    • ok
                    • il corso è utile ed interessante
                    • dotato di contenuto altamente formativo
                    • ottimo corso
                    • utile
                    • ottimo
                    • buona
                    • buono
                    • eccellente
                    • ottimo
                    • ok
                    • il corso è utile ed interessante
                    • utile
                    • molto buono
                    • utile anche a fini pratici
                    • molto bello e utile
                    • mterial informativo di non facile lettura
                    • ottimo
                    • buono
                    • buono
                    • eccellente
                    • ottimo
                    • il corso è utile ed interessante
                    • molto buono
                    • ottimo
                    • molto interessante
                    • buona puntualizzazione, manca nel materiale informativo la citazione delle nuove frasi di rischio
                    • eccellente
                    • buono
                    • eccellente
                    • bene. ho esplorato un settore a me poco noto.
                    • il corso è utile ed interessante
                    • da studiare
                    • ottimo
                    • buono
                    • eccellente
                    • ottimo
                    • ok
                    • il corso è utile ed interessante
                    • molto buono
                    • ottimo
                    • efficace
                    • molto utile
                    • buona la documentazione informativa
                    • eccellente
                    • buono
                    • eccellente
                    • ottimo
                    • ok
                    • il corso è utile ed interessante
                    • molto buono
                    • utile
                    • efficace
                    • ottimo
                    • interessante
                    • molto interessante
                    • utile
                    • interessante, un buon ripasso
                    • buona
                    • eccellente
                    • ottimo
                    • ok
                    • il corso è utile ed interessante

                    Altri commenti (8):

                    • il materiale proposto non supporta in modo adeguato lo svolgimento del caso clinico, nel senso che non fornisce chiare indicazioni per superare i vari passaggi. del resto anche i commenti alle risposta non consentono di individuare chiaramente la risposta correttta. inoltre la proposta di modifica dei turni, la cui non ergonomcità è evidente dall'inizio, viene prese in considerazione solo alla fine del caso mentre avrebbe dovuto essere, a mio avviso, la prima iniziativa da prendere
                    • occorrerebbe maggiore stigmatizzazione delle nozioni per poterle pore maggiormente a fuoco
                    • pesante perché basato su troppi dati statistici
                    • maggiore sintesi nel testo di presentazione dei casi, circostanziando le descrizioni in relazione alla loro utilità per la risposta ai quesiti.
                    • molto sintetico e per questo un po' piu' difficile degli altri
                    • interessante ma amplierei l'esposizione in modo da diminuirne la sinteticità
                    • avete allegato il dossier formativo errato, cioè anziche quello sugli "oli lubrorefrigeranti" e stato allegato quello sulle"dermatiti da contatto" relativo ad un altro caso.
                    • difficile ma utile

                    Aggiornarsi in medicina del lavoro

                    Come ogni anno la Società Italiana di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale (SIMLII) ha realizzato un corso FAD nella propria disciplina. Il corso spazia su vari argomenti e offre una visione a 360 gradi delle problematiche della tutela della salute nelle attività lavorative. Vengono presentati casi di vita pratica nelle quali il medico competente deve prendere decisioni.

                    I temi affrontati nel corso FAD

                    Il corso 2016 spazia in numerosi campi e attività lavorative, tra cui i più salienti sono:

                    • Il reinserimento al lavoro di soggetti con cardiopatia ischemica
                    • I disturbi del sonno nel lavoro a turni
                    • Le patologie da lavoro nel settore dei trasporti
                    • Le patologie da lavoro nel settore dell'edilizia
                    • Le patologie da radiazioni ionizzanti
                    • Le patologie da uso dei videoterminali
                    • Le patologie da uso degli olii lubrorefrigeranti
                    • Le vaccinazioni in ambito sanitario
                    • Le patologie da lavoro nel settore dell'agricoltura