Come fare diagnosi d’ipertensione arteriosa

Sfigmometro ipertensione arteriosa

Titolo: La diagnosi di ipertensione arteriosa (codice ECM 184478)
Destinatari: medici, odontoiatri
Scadenza: 28-02-2018
Crediti: 2
Costo: 10 €
Offerte:
- dossier disponibile gratuitamente
- corso gratuito per gli iscritti all'OMCeOMI
Programma: SmartFAD

La misurazione della pressione arteriosa sembra una tecnica semplice e ben nota a tutti, ma quando e come si può porre con certezza una diagnosi di ipertensione arteriosa?

Conta anche il luogo e la situazione

Le nuove linee guida del NICE (pubblicate nel 2016) sottolineano l'importanza delle condizioni in cui si misura la pressione. Prima di definire il paziente come iperteso (con la conseguenza della modifica degli stili di vita e, se necessario, con l'inizio di una terapia antipertensiva) occorre avere fatto diverse misurazioni secondo criteri standardizzati.

A volte comunque non bastano i dati raccolti con lo sfigmomanometro e bisogna procedere a esami specifici.

In un corso FAD ECM le risposte ai dubbi

Su quale braccio è meglio misurare la pressione? Quante misurazioni devono essere fatte per porre diagnosi di ipertensione? Quale tipo di apparecchio utilizzare? Quali sono i valori per definire un soggetto iperteso? Ha valore l'automisurazione della pressione arteriosa? Quando bisogna ricorrere a un Holter pressorio sulle 24 ore? Quando occorre indagare l'origine dell'ipertensione? Quali sono i rischi se la pressione arteriosa rimane alta? Quando un'ipertensione si definisce grave?

Queste sono solo alcune delle domande che trovano risposta nel corso FAD ECM sulla diagnosi di ipertensione arteriosa realizzato dal provider Zadig insieme all'Ordine dei Medici di Milano.

Lasciaci la tua mail e resta aggiornata/o





Posted in Corsi, Medici.