I crediti ECM entrano nel calcolo della pensione

Il governo lancia la quota 50 per gli operatori sanitari.

Chi avrà acquisito ogni anno per almeno 25 anni i 50 crediti ECM previsti potrà andare in pensione con 5 anni di anticipo sul previsto.

Oggi, 1° aprile 2019, la proposta di legge sarà al vaglio dei sindacati di categoria che mirano a ottenere un ulteriore sconto sugli anni di contributi versati, inserendo oltre che il riscatto per la laurea anche il riscatto del tempo passato a compilare moduli burocratici invece che a curare e assistere i pazienti.

“E’ un premio meritato per chi correttamente e con senso di responsabilità ha sempre seguito i corsi di formazione e ottenuto i 50 crediti ECM annui” è la dichiarazione del ministro dei beni formativi.

 

 

🐟 A TUTTI VOI, BUON PESCE D’APRILE! 🐟

Posted in News.